Tutti gli articoli

20Gen 2020

L’articolo 5 del Decreto fiscale n° 124/2019, c.d. “collegato fiscale”, ha modificato l’articolo 25 del Testo Unico delle Accise (TUA) stabilendo che “anche gli impianti di distribuzione carburante per uso privato aventi una capacità superiore a 5 metri cubi (= litri), sono soggetti alla denuncia dell’esercizio all’Ufficio tecnico di finanza (UTF – Dogane) competente per territorio, così come stabilito dall’art. 25″.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

10Gen 2020

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale 30 dicembre 2019, n. 304 la Legge 27 dicembre 2019, n. 160, recante il “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022”.

La legge, salvo quanto diversamente previsto, è entrata in vigore il 1° gennaio 2020.

Si illustrano, in estrema sintesi, le principali novità fiscali della legge di Bilancio.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

09Gen 2020

La Regione Lombardia ha allargato anche alle persone giuridiche, pubbliche e private (società ed enti) la possibilità di domiciliare il pagamento della tassa automobilistica, usufruendo di una riduzione del 15% per un massimo di 50 veicoli, del 10% se il numero dei veicoli è maggiore.

l legale rappresentante dell’impresa/dell’Ente deve:

  • accedere al seguente link https://www.tributi.regione.lombardia.it/domiciliazione/#/compilazioneMandatoPubblica;
  • spuntare le voci di interesse ed inserire i dati dell’azienda/Ente e del sottoscrittore;
  • inserire negli appositi campi, per ciascun veicolo, targa e tipologia (autoveicolo, motoveicolo, rimorchio) o, in alternativa, inserire i dati dei veicoli nel file fornito, salvarlo in formato .csv e caricarlo sul sistema;
  • stampare i mandati che il sistema genera automaticamente (uno per ciascun veicolo);
  • apporre la propria firma;
  • inviarli, tramite posta ordinaria (non raccomandata), a: Casella Postale n. 11048 – 20159 MILANO.

La domiciliazione si attiverà per il pagamento dovuto per l’anno in corso se la relativa richiesta perviene a Regione Lombardia entro il giorno 15 del mese precedente a quello in cui deve essere effettuato il pagamento per il singolo veicolo. Se la richiesta perviene in ritardo, la domiciliazione e i relativi vantaggi produrranno i loro effetti dal periodo di imposta successivo e il pagamento per l’annualità corrente dovrà essere effettuato attraverso i canali tradizionali.

Si precisa che:

  • la domiciliazione bancaria non è prevista per il pagamento della tassa di circolazione, dovuta per i veicoli ultratrentennali, e per i rimorchi con massa inferiore a 3,5 tonnellate;
  • i mandati non devono essere presentati anche all’istituto di credito presso cui si ha il conto;
  • la commissione applicata per ciascun addebito è pari a € 1,00.

RICEVUTE
Alcuni giorni dopo il ricevimento della richiesta di domiciliazione bancaria, il sistema invia una e-mail di conferma dell’attivazione o del rifiuto dei mandati sulla casella di posta elettronica indicata nel mandato stesso. Qualche giorno prima dell’addebito in conto, il sistema invierà un’ulteriore mail.
L’estratto conto bancario costituisce a tutti gli effetti attestazione di avvenuto pagamento.

REVOCA
La domiciliazione bancaria  può essere revocata (per esempio per cambio IBAN o a seguito di vendita/demolizione di un veicolo) in qualsiasi momento rivolgendosi al proprio istituto di credito. Nel caso in cui la banca modifichi le coordinate bancarie, sarà la stessa banca a comunicarlo a Regione Lombardia.

07Gen 2020

La Legge di Bilancio 2020 (L. 160/2019per gli investimenti effettuati a partire dal 1° gennaio 2020 prevede un credito d’imposta rispettivamente del 40% e del 6% (ovvero del 15% per gli investimenti in beni immateriali) in sostituzione delle precedenti agevolazioni super-ammortamento e iper-ammortamento.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

20Dic 2019

Il DDL Bilancio 2020 (in discussione alla Camera) modifica le condizioni di accesso e le cause ostative previste per l’adozione del regime forfettario, di cui alla L. 190/2014.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

18Dic 2019

Al fine di evitare una doppia imposizione Iva, l’art. 38-quater del D.P.R. n. 633/1972 riconosce ai “privati consumatori”, domiciliati o residenti al di fuori dell’Unione europea, il diritto di acquistare nel territorio dello Stato beni per uso personale o familiare, destinati ad essere esportati nei propri bagagli personali, per un importo superiore a 154,94 euro (IVA inclusa), senza dover corrispondere la relativa imposta o, in caso di pagamento dell’imposta, con diritto al successivo rimborso.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

18Dic 2019

Gli acquisti intracomunitari effettuati dai contribuenti FORFAIT seguono le regole particolari disposte dall’art. 38, comma 5, lett. c ), del D.L. n. 331/1993; in pratica non costituiscono acquisti Intra fino alla soglia di 10.000 euro.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

16Dic 2019

E’ stato pubblicato il decreto del Ministero dell’Economia e delle finanze 12 dicembre 2019, che modifica il tasso d’interesse legale di cui all’art. 1284 c.c. abbassandolo dall’attuale 0,8% allo 0,05% in ragione d’anno a partire dal 1° gennaio 2020.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password: