• Chi siamo, di cosa ci occupiamo e quali sono le nostre esperienze professionali.
  • Tutti i servizi di consulenza che possiamo offrire
  • Approfondimenti e notizie aggiornate sui temi caldi
  • Per informazioni, consigli e notizie

Notiziario di aggiornamento amministrativo fiscale e normativo, riservato ai Clienti dello Studio Cobelli

Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili

Ultimi articoli


21Feb 2017

Come già ricordato le imprese in contabilità semplificata dal 2017 adottano il nuovo criterio di determinazione del reddito di cui all’art. 66 del TUIR secondo il principio di cassa; tuttavia tale sistema possiamo definirlo ibrido in quanto per una parte dei componenti si applica ancora il principio della competenza economica.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

20Feb 2017

Un emendamento al disegno di legge di conversione del “decreto milleproroghe” (D.L. 30 dicembre 2016, n. 244) – approvato dal Senato nella seduta del 16 febbraio – sostituisce l’art. 50, comma 6, del D.L. 30 agosto 1993, n. 331, posticipando di un anno gli effetti della soppressione delle comunicazioni Intrastat acquisti stabilita dal D.L. n. 193/2016 , convertito nella legge n. 225/2016.

Il disegno di legge di conversione del “milleproroghe” passa ora all’esame della Camera.

Sul punto è intervenuta l’Agenzia delle Entrate la quale – con un comunicato stampa  congiunto con le Dogane e l’Istat – ha precisato che l’obbligo di trasmissione delle comunicazioni in questione permane solo a carico dei soggetti passivi Iva già tenuti alla presentazione mensile per gli acquisti di beni (dei Modelli INTRA-2), ossia che rientrino in tale periodicità in base all’ammontare delle operazioni intracomunitarie di acquisto di beni per un valore superiore a 50mila euro nel trimestre di riferimento oppure in uno dei 4 trimestri precedenti.

Questi soggetti, quindi, sono tenuti ad effettuare – “con le consuete modalità” – la comunicazione mensile dei Modelli INTRA-2 compilando integralmente tali modelli e procedendo al loro invio tramite gli usuali canali telematici (Servizio telematico doganale e Entratel).

18Gen 2017

In tema di credito IVA il decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2017 (convertito nella legge n. 225/2016) ha innalzato da 15.000 a 30.000 euro l’ammontare di eccedenza IVA a credito che può essere richiesta a rimborso senza la necessità di prestare la garanzia o l’asseverazione (visto di conformità).

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password: