• Chi siamo, di cosa ci occupiamo e quali sono le nostre esperienze professionali.
  • Tutti i servizi di consulenza che possiamo offrire
  • Approfondimenti e notizie aggiornate sui temi caldi
  • Per informazioni, consigli e notizie

Notiziario di aggiornamento amministrativo fiscale e normativo, riservato ai Clienti dello Studio Cobelli

Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili

Ultimi articoli


17Feb 2020

Con gli ultimi chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate diventa sempre più interessante il bonus facciate prevista dall’art. 1 , commi da 219 a 224, della legge 27 dicembre 2019 n. 160 (Legge di Bilancio 2020) per gli interventi effettuati nell’anno 2020.

L’agevolazione consiste in una detrazione per un importo pari al 90% delle spese sostenute.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

11Feb 2020

Com’è noto, dal 1° luglio 2019 i soggetti con volume d’affari superiore a 400.000 euro sono tenuti all’utilizzo dei nuovi Registratori Telematici; in alternativa, per i primi sei mesi era possibile trasmettere i corrispettivi giornalieri all’Agenzia delle Entrate entro la fine del mese successivo.

Dal 1° gennaio 2020 per tali contribuenti è obbligatorio l’utilizzo dei Registratori Telematici collegati via internet con i server dell’Agenzia delle Entrate, i quali trasmettono giornalmente (o comunque entro 12 giorni) i corrispettivi registrati.

Con la Risoluzione n. 6/E/2020 del 10 febbraio 2020, l’Agenzia invita alla regolarizzazione (senza sanzioni): “le sanzioni previste dal comma 6 non si applicano in caso di trasmissione telematica dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, fermi restando i termini di liquidazione dell’imposta sul valore aggiunto”.

Questa sanatoria termina con i corrispettivi del 31 dicembre 2019; pertanto i soggetti che nel 2020, pur ricorrendone gli obblighi, non abbiano provveduto a dotarsi di registratori telematici, sono soggetti alla le sanzioni indicate nell’articolo 2, comma 6, D.Lgs. 127/2015(pari al cento per cento dell’imposta corrispondente all’importo non documentato, con un minimo di 500 euro e chiusura temporanea dell’esercizio nelle ipotesi di quattro distinte violazioni in giorni diversi all’interno di un quinquennio).

 

L’obbligo di trasmissione telematica è stato poi esteso a tutti i contribuenti dal 1° gennaio 2020; per questi contribuenti con volume d’affari inferiore a 400.000 euro è possibile sfruttare la procedura di trasmissione differita fino al 30 giugno 2020, potendo dunque continuare a certificare i corrispettivi come in precedenza (con scontrino o ricevuta fiscale) e trasmettendo i totali giornalieri entro la fine del mese successivo.

 

 

30Gen 2020

Nella normativa IMU in vigore sino al 31 dicembre 2019, con decorrenza dalla seconda rata del 2013, operava l’esenzione dall’IMU per i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanesse tale destinazione e non fossero in ogni caso locati.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password: