• Studio Cobelli - ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili della provincia di Brescia

Tutti gli articoli

04Giu 2018

Dal 1° luglio scatta l’obbligo della fattura elettronica per gli acquisti di carburante da autotrazione, come pure per i subappalti nella Pubblica Amministrazione.

Lo Studio mette a disposizione dei propri clienti il servizio di ricezione della fatture passive (acquisto) emesse dai propri fornitori.

Al cliente dello Studio viene così messa a disposizione un’area riservata, accessibile direttamente dal web, dove visualizzare, accettare o rifiutare le fatture elettroniche dei propri fornitori, in completa autonomia.

I Clienti interessati devono semplicemente richiedere l’attivazione di questo nuovo servizi, firmando una autorizzazione alla ricezione delle fatture elettroniche pervenute tramite lo SdI – Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate.

Si sconsiglia vivamente di comunicare ai propri fornitori di voler ricevere tali fatture tramite la propria pec; questa modalità, infatti, pur se consentita dalla normativa, è di tipo “manuale” in quanto obbliga a scaricare le singole fatture in formato XML, aprire i files firmati digitalmente e poi procedere alla stampa in un formato poco leggibile.

A breve l’Agenzia delle Entrate dovrebbe rilasciare una procedura gratuita per la generazione di un QRcode personalizzato per ciascun soggetto, in modo da velocizzare la comunicazione dei dati fiscali ai propri fornitori (es. distributori di carburante dotati di scanner laser).

 

20Gen 2020

L’articolo 5 del Decreto fiscale n° 124/2019, c.d. “collegato fiscale”, ha modificato l’articolo 25 del Testo Unico delle Accise (TUA) stabilendo che “anche gli impianti di distribuzione carburante per uso privato aventi una capacità superiore a 5 metri cubi (= litri), sono soggetti alla denuncia dell’esercizio all’Ufficio tecnico di finanza (UTF – Dogane) competente per territorio, così come stabilito dall’art. 25″.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

10Gen 2020

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale 30 dicembre 2019, n. 304 la Legge 27 dicembre 2019, n. 160, recante il “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022”.

La legge, salvo quanto diversamente previsto, è entrata in vigore il 1° gennaio 2020.

Si illustrano, in estrema sintesi, le principali novità fiscali della legge di Bilancio.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

09Gen 2020

La Regione Lombardia ha allargato anche alle persone giuridiche, pubbliche e private (società ed enti) la possibilità di domiciliare il pagamento della tassa automobilistica, usufruendo di una riduzione del 15% per un massimo di 50 veicoli, del 10% se il numero dei veicoli è maggiore.

l legale rappresentante dell’impresa/dell’Ente deve:

  • accedere al seguente link https://www.tributi.regione.lombardia.it/domiciliazione/#/compilazioneMandatoPubblica;
  • spuntare le voci di interesse ed inserire i dati dell’azienda/Ente e del sottoscrittore;
  • inserire negli appositi campi, per ciascun veicolo, targa e tipologia (autoveicolo, motoveicolo, rimorchio) o, in alternativa, inserire i dati dei veicoli nel file fornito, salvarlo in formato .csv e caricarlo sul sistema;
  • stampare i mandati che il sistema genera automaticamente (uno per ciascun veicolo);
  • apporre la propria firma;
  • inviarli, tramite posta ordinaria (non raccomandata), a: Casella Postale n. 11048 – 20159 MILANO.

La domiciliazione si attiverà per il pagamento dovuto per l’anno in corso se la relativa richiesta perviene a Regione Lombardia entro il giorno 15 del mese precedente a quello in cui deve essere effettuato il pagamento per il singolo veicolo. Se la richiesta perviene in ritardo, la domiciliazione e i relativi vantaggi produrranno i loro effetti dal periodo di imposta successivo e il pagamento per l’annualità corrente dovrà essere effettuato attraverso i canali tradizionali.

Si precisa che:

  • la domiciliazione bancaria non è prevista per il pagamento della tassa di circolazione, dovuta per i veicoli ultratrentennali, e per i rimorchi con massa inferiore a 3,5 tonnellate;
  • i mandati non devono essere presentati anche all’istituto di credito presso cui si ha il conto;
  • la commissione applicata per ciascun addebito è pari a € 1,00.

RICEVUTE
Alcuni giorni dopo il ricevimento della richiesta di domiciliazione bancaria, il sistema invia una e-mail di conferma dell’attivazione o del rifiuto dei mandati sulla casella di posta elettronica indicata nel mandato stesso. Qualche giorno prima dell’addebito in conto, il sistema invierà un’ulteriore mail.
L’estratto conto bancario costituisce a tutti gli effetti attestazione di avvenuto pagamento.

REVOCA
La domiciliazione bancaria  può essere revocata (per esempio per cambio IBAN o a seguito di vendita/demolizione di un veicolo) in qualsiasi momento rivolgendosi al proprio istituto di credito. Nel caso in cui la banca modifichi le coordinate bancarie, sarà la stessa banca a comunicarlo a Regione Lombardia.

07Gen 2020

La Legge di Bilancio 2020 (L. 160/2019per gli investimenti effettuati a partire dal 1° gennaio 2020 prevede un credito d’imposta rispettivamente del 40% e del 6% (ovvero del 15% per gli investimenti in beni immateriali) in sostituzione delle precedenti agevolazioni super-ammortamento e iper-ammortamento.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

20Dic 2019

Il DDL Bilancio 2020 (in discussione alla Camera) modifica le condizioni di accesso e le cause ostative previste per l’adozione del regime forfettario, di cui alla L. 190/2014.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password: