Categorie professionali

17Mag 2017

Capita sempre più spesso che un soggetto abbini all’attività di lavoro dipendente una seconda attività autonoma con propria partita Iva. In tal caso sorge il problema a livello previdenziale se per le due le attività nasca l’obbligo da pagare due volte i contributi previdenziali.

Vediamo i vari casi e cosa ne pensa l’Inps.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

06Set 2016

L’autonoma organizzazione, presupposto impositivo dell’IRAP, non si ha in generale nelle imprese familiari qualora l’unico collaboratore svolga mansioni di segreteria ovvero generiche o meramente esecutive.

Così ha stabilito la sentenza della Corte di Cassazione n. 17429 depositata il 30/08/2016.

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

12Apr 2016

Con la circolare n. 12/E dell’8 aprile 2016 l’Agenzia delle Entrate ha fornito importanti chiarimenti  interpretativi relativi a quesiti posti in occasione di eventi in videoconferenza organizzati dalla stampa specializzata.

Domanda

Gli esercizi pubblici che protraggono la loro attività oltre le ore 24, come ad esempio i bar o i ristoranti, possono stampare lo scontrino di chiusura giornaliera, anziché entro le 24 di ciascun giorno, al termine di effettivo svolgimento dell’attività, con riferimento alla data di inizio della giornata? Lo scontrino di chiusura emesso alle ore 02.00 del 10 gennaio può essere annotato come corrispettivo del 9?

Risposta
L’art. 1, comma 4, del D.P.R. 30 dicembre 1999, n. 544, dispone: “al termine di ogni giorno di attività è emesso dall’apparecchio misuratore fiscale un documento riepilogativo giornaliero degli incassi. Per gli esercizi la cui attività si protrae oltre le ore ventiquattro, il documento riepilogativo è emesso al termine dell’effettivo svolgimento dell’attività con riferimento alla data di inizio dell’evento”.
La norma in questione – dettata per gli esercenti attività di intrattenimento e spettacolo – è applicabile anche agli esercizi commerciali con attività protratta oltre la mezzanotte, con conseguente possibilità di emettere lo scontrino di chiusura giornaliera “al termine dell’effettivo svolgimento dell’attività, con riferimento alla data di inizio dell’evento (quindi anche oltre la mezzanotte)”.
Pertanto, lo scontrino di chiusura emesso alle ore 02:00 del 10 gennaio può essere annotato come corrispettivo del 9 gennaio.

12Gen 2016

La Regione Lombardia, Assessorato alla Salute, ha emanato la DGR N. 1105/2013 “Disposizioni regionali di indirizzo programmatico in materia di coordinamento, trasparenza e semplificazione dei controlli nel settore della sicurezza alimentare e della sanità pubblica veterinaria”.

Il provvedimento ha come obiettivo generale il miglioramento dell’efficienza del sistema dei controlli nel settore della sicurezza alimentare e nel contempo la riduzione degli oneri burocratici a carico delle imprese oggi spesso oberate dai costi della burocrazia.

A seguito di detta DGR è stato quindi predisposto dalla Regione Lombardia, dagli Istituti Zooprofilattici della Lombardia e dell’Emilia Romagna e delle Venezie il

Manuale di Buone Pratiche di Igiene per le Microimprese Alimentari

(liberamente scaricabile) che si pone i seguenti specifici obiettivi:

  • Assicurare la diffusione di una cultura dell’autocontrollo come elemento imprescindibile per il raggiungimento degli obiettivi di sicurezza alimentare indicati dalla legge Alimentare;
  • Fornire gli strumenti per una applicazione capillare dei principi dell’autocontrollo che tenga conto dei reali pericoli e rischi connessi con le diverse attività di produzione, trasformazione, commercio degli alimenti nonché della loro pratica realizzazione;
  • Garantire una adeguata diffusione delle linee di indirizzo per la semplificazione dell’applicazione delle procedure basate sui principi HACCP nelle microimprese del settore alimentare attraverso incontri con le associazioni di categoria e con le figure che operano a supporto delle imprese del settore alimentare.
  • Garantire una adeguata diffusione delle linee di indirizzo per la
    semplificazione dell’applicazione delle procedure basate sui principi
    HACCP nelle microimprese del settore alimentare attraverso incontri con le
    associazioni di categoria e con le figure che operano a supporto delle
    imprese del settore alimentare.
(Fonte: Asl Vallecamonica-Sebino)
02Apr 2015

Lo Studio è lieto di presentare un nuovo servizio dedicato agli esercenti l’attività di acconciatori ed estetisti:

ilgiustotaglio.it

Il progetto, nato dalla sinergia di diverse esperienze professionali,  ha l’intento di fornire un’assistenza professionale peculiarmente dedicata agli esercenti acconciatori ed estetisti, completa dei vari aspetti amministrativi che spesso vi oberano.

Il gruppo di lavoro è formato da:

  • dott. Fabio Andreoli (Studio Cobelli) – consulenza fiscale e amministrativa;
  • dott.ssa Federica Gheza (Studio Pizzani) – consulenza del lavoro;
  • NashCut – consulenza tecnologica, marketing, formazione e organizzazione del lavoro

Ad ogni cliente assistito viene assegnata un’area riservata (accessibile tramite login e password personali) dove poter:

  • scaricare modelli utili per la propria attività (quali prima nota corrispettivi, foglio presenze);
  • archivi storici (per esempio fascicoli paghe dell’anno, modelli Unico, Durc, ecc.) evitando inutili stampe;
  • area di upload dove poter trasmettere i vostri dati ai Consulenti (corrispettivi, presenze personale dipendente, ecc.)

Il sito è appositamente ideato per essere compatibile con qualsiasi dispositivo quindi potrete sfruttarlo da pc, tablet, smart-phone.

Un ulteriore obiettivo del gruppo di lavoro è poter offrire economie di scala grazie a convenzioni con aziende specializzate del settore (quali formazione e sicurezza sul lavoro, smaltimento dei rifiuti speciali, servizi informatici e siti internet, ecc.).

Dimenticavo: il tutto gratuito per i clienti dello Studio.

dott. Fabio Andreoli